RIUNIONE ESF CATANIA 13/04/2018 - ESF GENERAL ASSEMBLY SPRING 2018

Data: 13/04/2018

Trovate di seguito il verbale della riunione ESF tenutasi il 13 aprile a Catania 

VERBALE DELLA RIUNIONE ESF

Punto 1. Saluti del Presidente: 

Il Presidente Manos Korres saluta i convenuti; Il sig. Alfio Bonaventura tiene un breve discorso e presenta il programma dell’incontro e saluta i partecipanti giunti a Catania  

 

Punto 2. Approvazione della riunione precedente di Krefeld (D) 

Il verbale della riunione viene approvato all'unanimità.

 

Punto 3. Rapporto dei Direttori: 

Il Presidente ed il direttore Generale illustrano le attività svolte nei sei mesi precedenti 

 

Punto 4. Relazione sulle procedure con il CEN 

Il presidente spiega lo stato di avanzamento del Code of Practice (volto a distinguere la insegne dalle strutture metalliche con conseguente minor dimensionamento meccanico delle strutture) e degli incontri tra ESF e CEN informando che ci sono almeno 5 Organismi nazionali disponibili a supportare l’iniziativa. 

 

Punto 5. Costituzione del Gruppo di Lavoro sulle Emissioni Luminose e relative misure 

Dopo una relazione molto interessante di Fausto Martin sulle ricerche da lui condotte sulle emissioni luminose delle insegne rispetto alle altre sorgenti luminose il consiglio decide di procede con ulteriori iniziative nel Code of Practice. 6.Relazione sull’uso del mercurio nei tubi a catodo freddo. Luc Steegmans (consulente di ESF) presenta le sue ricerche sul regolamento RoHS in merito all’uso del mercurio nel campo dell’arte e delle insegne. Poiché l’esenzione scadrà nel dicembre del 2018 lo si incarica di trovare soluzioni per consentire l’uso del mercurio dopo quella data. Ulteriore supporto viene confermato da un Deputato al Parlamento Europeo (on. XXXX) che spiega come si possa procedere alla richiesta di esenzione per mezzo di una petizione. Il consiglio delibera di costituire un nuovo gruppo di lavoro per mettere in atto il sistema “ECO Quality Neon” già operante in Belgio ed acquisito da ESF. Al GdL sarà stanziato un finanziamento.  

 

Punto 6. Relazione sull’uso del mercurio nei tubi a catodo freddo. 

Luc Steegmans (consulente di ESF) presenta le sue ricerche sul regolamento RoHS in merito all’uso del mercurio nel campo dell’arte e delle insegne. Poiché l’esenzione scadrà nel dicembre del 2018 lo si incarica di trovare soluzioni per consentire l’uso del mercurio dopo quella data. Ulteriore supporto viene confermato da un Deputato al Parlamento Europeo (on. XXXX) che spiega come si possa procedere alla richiesta di esenzione per mezzo di una petizione. Il consiglio delibera di costituire un nuovo gruppo di lavoro per mettere in atto il sistema “ECO Quality Neon” già operante in Belgio ed acquisito da ESF. Al GdL sarà stanziato un finanziamento.

 

Punto 7. Relazione su altre problematiche tecniche

Thomas Berens e Mike Hall relazionano sullo stato di avanzamento della norma EN 50107-3 (norma inerente gli apparecchi di insegna sotto i 1.000 V)  

 

Punto 8. Relazione sui Brevetti Philips 

Mr. Kremser riporta che la Associazione Germanica LWD ha iniziato una campagna a supporto degli associati ed hanno ingaggiato un avvocato specializzato; costo stimato circa 20.000 € (autofinanziato). 

 

Punto 9. Relazione sul FESPA e ESE 

Presenta la European Sign Expo che si terrà a Berlino nella primavera del 2018 e chiede alle Associazioni nazionali di promuovere l’evento.  

 

Punto 10. Relazione sui rapporti con la International Sign Association (USA) 

Mr. Hensley spiega le iniziative messe in atto per creare un maggior legame con le Associazioni Europee.  

 

Punto 11. Ripristino del Consiglio: 

Il Board chiede che si possano tenere anche presentazioni commerciali durante gli incontri di ESF. Il consiglio approva.  

 

Punto 12. Proposta da UBM – fiera Sign Cina 

Il presidente informa che ha avuto un proposta da un organizzatore di fiere di Shanghai 

 

13. Altro 

Nulla da dire in merito. 

 

14. Varie ed evnetuali 

Nulla da dire in merito.

 

15. Chiusura 

Il Presidente chiude la riunione e ringrazia i partecipanti esprimendo uno speciale ringraziamento ad AIFIL per la perfetta organizzazione dell’evento.

 

**********************************************************************************

 

Di seguito le informazioni relative all'evento che di terrà a Catania il 13/04/2018.

 

Clicca qui   https://youtu.be/WjZDgT_CES0

 

Di seguito un resoconto dell'evento http://www.aifil.it/news.do?id=4163

 

 ****************************************************

 

L’Assemblea Generale ESF che si è svolta il 12 e 13 aprile a Catania è stata importantissima per far chiarezza sulla Direttiva Delegata 2014/76/UE dove si evince che a partire dal 31.12.2018 NON sarà più ammesso l’uso del mercurio nella fabbricazione dei tubi al neon a catodo freddo. 

Nel corso dei lavori è stata ricostruita la vicenda, nell’arco temporale che va dalla ultima proroga ad oggi. 

Secondo un’attenta analisi del corposo documento la Direttiva RoHS riguarda per intero le lampade a scarica funzionanti a tensioni non superiori a 1.000 volt (quindi fluorescenti e lampade a catodo freddo alimentate con trasformatori da 990 volt), quindi sarà permessa la produzione di lampade collegate a circuiti di A.T. funzionanti sopra i 1.000 volt. 

Questo, però, non significa che lo saranno per sempre; perciò è necessario dimostrare preventivamente una sensibilità ambientale, ossia fare in modo che le soffierie adottino sistemi accurati di dosatura del mercurio immesso nelle lampade ed attuino programmi di raccolta e smaltimento attraverso consorzi specializzati. L’attuale Presidenza ritiene che sia il momento di spostare l’azione dal piano tecnico al piano politico: a tale scopo è stata invitata la Euro Deputata On. Giuffrida che ha illustrato le possibili modalità di intervento per sensibilizzare le istituzioni, fermo restando che la salute dei cittadini resta uno degli obbiettivi perseguiti con forza dalla UE. 

 

Alla luce di ciò sarà necessario che l’industria del catodo freddo metta in campo programmi di ricerca di alternative al mercurio se si vorrà continuare la produzione di lampade a catodo freddo non caricate con neon puro, in quanto le lampade riempite con tale gas o altri gas privi di mercurio potranno continuare come in passato, senza alcuna limitazione, in quanto esclusi dalla Direttiva. AIFIL negli anni passati si è attivata – pur nella ristrettezza dei mezzi a disposizione – per salvaguardare questa eredità storica, sia dei Soci che dei non soci. Questo va detto a merito di chi ha sempre creduto e sostenuto con continuità l’Associazione anche nei momenti difficili. Solo un politica di lungo termine consente di essere presente ai tavoli tecnici e poter attuare strategie in difesa del settore. 

 

Se da un lato va riconosciuto alla Federazione ESF di essersi attivata e spesa sul piano tecnico per cercare di dilazionare la messa al bando del mercurio dall’altro si deve prendere atto che i Regolamenti Comunitari non consentono la concessione di proroghe indefinite basate sulle medesime motivazioni tecniche. In seguito a quanto sopra esposto Aifil a breve analizzerà un sistema operativo di certificazione e misurazione del mercurio istituendo degli accordi con Enti certificatori e ne promuoverà i risultati con incontri e seminari a tutti i soci. 

Quest’iniziativa ci consente di sperare che la lavorazione del neon possa ancora avere un futuro. Un cordiale saluto. 

 

 La Presidenza. 

 

clicca qui per vedere i momenti dell'evento foto