N°02 - Dicembre 2008
Impaginato da Astra Media s.r.l.(Torino)
Direttore editoriale: Enrico Demaria - Resp. redazione: Elena Vadori
E-mail: neon@astramedia.it
Associazione Italiana Fabbricanti Insegne Luminose


I ministeri scrivono ad AIFIL: importanti novità

 

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ci hanno scritto in questi giorni dandoci due importanti novità.

La riapertura del tavolo di lavoro per le modifiche al Codice della Strada e la conferma dell'applicabilità del Decreto Legislativo n. 151 del 2005 alle Insegne Luminose.

 

MATTEOLI CI INVITA A LAVORARE SUL CODICE DELLA STRADA

È firmata dal Ministro Altero Matteoli la lettera indirizzata alla nostra Associazione insieme ad altre per informarci della riapertura del tavolo di lavoro per le modifiche al Codice della Strada.

Il Ministro conferma la propria intenzione di avviare il processo di riforma complessiva del Codice della Strada attraverso la presentazione al Parlamento di una proposta di legge-delega al Governo, atta a consentire al più presto il concreto avvio della riforma del settore.

Con tale spirito, il Ministro ci ha invitati a partecipare con la presenza di un rappresentante al tavolo tecnico che si terrà il 2 dicembre presso il Ministero.

È stato con vero piacere che abbiamo accolto questo invito che ha interrotto quel periodo di “stasi” del tavolo di lavoro presso il Ministero. Alla riunione parteciperà Mario Acerbis, il nostro Responsabile Norme Legislative.

 

LA CONFERMA DEL MINISTERO DELL'AMBIENTE

È arrivata il 27 novembre dal Comitato di Vigilanza sulla Gestione dei RAEE del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la risposta in merito ad un quesito posto da AIFIL nel novembre del 2006.

AIFIL, in considerazione dell'entrata in vigore dei primi decreti attuativi, aveva posto un quesito al Ministero per fugare ogni iniziale dubbio, chiedendo se gli apparecchi di insegna luminosa fossero coinvolte dal Decreto Legislativo 151/05 e se pertanto gli stessi rientrassero negli obblighi sanciti per le “apparecchiature di illuminazione”.

I dubbi di AIFIL erano ormai, attraverso un'attenta analisi dei decreti e grazie ai confronti con tecnici e consulenti, completamente fugati, ma è stato comunque un piacere avere questo riscontro da parte del Ministero:

“In ordine alla richiesta pervenuta in merito all'applicabilità del DLgs 151/05 per le categorie di prodotti di cui all'oggetto, il Comitato ritiene che tali apparecchiature, in quanto prodotti finiti che per il corretto funzionamento richiedono necessariamente la circolazione di corrente elettrica nei limiti di tensione definiti dall'art. 3 DLgs 151/05, siano incluse nelle categorie di cui al punto 5 “Apparecchiature di illuminazione” dell'allegato 1A del decreto medesimo.”

 

:: torna indietro ::


 

AIFIL
Associazione Italiana Fabbricanti Insegne Luminose
Via Mecenate, 105 - Milano - Tel. 02/5060260